Cappotto Termico per la Casa Per isolare da Freddo e Caldo

Negli ultimi anni siamo diventati molto attenti al risparmio energetico. Un po’ per la rinnovata sensibilità ecologica, un po’ per via degli aumenti sempre più elevati del gas metano da riscaldamento, abbiamo a cuore questa tematica. In quest’ottica aumentano le richieste per il cappotto termico per la casa, sia interno che esterno, per isolare il proprio appartamento dal freddo d’inverno e dall’ eccessivo caldo in estate.

Il sistema di Isolamento termico a cappotto sull’esterno dei fabbricati rappresenta, sia nelle ristrutturazione che nelle nuove costruzioni, una soluzione efficace ed efficiente. Dall’esigenza di definire e diffondere gli standard del sistema a cappotto di qualità, nel 2007 è nato Cortexa (www. cortexa.it), un consorzio che riunisce alcune aziende del settore.

Che cos’è un cappotto termico?
Si tratta, per l’appunto, di un sistema di isolamento termico che è il risultato di una serie di componenti (pannelli isolanti di sughero, lana di roccia, calcio silicato, fibra di legno, polistirene espanso) e tecniche ben precise, che iniziano sempre da un “progetto” termo-igonometrico adeguato alla parete, evidenziando il tipo di materiale isolante più idoneo e il suo spessore, e si concretizzano con una corretta posa in opera che prevede determinate fasi:

  • preparazione accurata del sottofondo della parte, dalla pulizia al consolidamento;
  • applicazione della malta di incollaggio sui pannelli isolanti, con tecniche di distribuzione “perimetro punto” per evitare movimenti critici;
  • posa delle lastre isolanti dal basso verso l’alto e a giunti sfalsati, dedicando particolare attenzione al preciso accostamento del pannelli tra loro, al fine di evitare punti di dispersione termica;
  • scelta adeguata del tipo di tassello, se previsto;
  • preparazione di ogni dettaglio costruttivo (rinforzi degli spigoli delle aperture, architravi…) attraverso l’impiego di paraspigoli e profili idonei, escludendo tassativamente elementi in lamiera zincata o preverniciata;
  • applicazione della malta di armatura su tutta la superficie delle lastre isolanti con uno spessore adeguato tale da consentire il posizionamento della rete di armatura e il suo conseguente allettamento nella parte esterna dello strato;
  • applicazione del rivestimento di finitura a spessore (intonaco sottile), il quale sigilla e protegge l’intero sistema, conferendo caratteristiche tecniche ed architettoniche. In questa fase, grazie alla tipologia del rivestimento e alle tecniche di lavorazione, si stabiliscono le qualità estetiche delle superfici. É consigliabile, inoltre, applicare di seguito uno strato di pitturazione, conferendo protezione maggiore alle intemperie. Nella scelta del colori risulta fondamentale considerare l’indice della riflessione della luce (nero assorbe, bianco riflette), per garantire integrità all’intero sistema.

Affinché un intervento di Isolamento termico a cappotto risulti efficace, tutte le componenti devono essere qualitativamente eccellenti e perfettamente integrate tra loro, proprietà garantite soltanto da sistemi certificati e collaudati. I vantaggi di un cappotto termico di qualità? Comfort abitativo, risparmio energetico e riduzione dei costi in bolletta.

Per un preventivo di cappotto termico a Roma manda una mail a: info@ristrutturazioneromainfo.com

Prezzi per l’installazione di un cappotto termico a Roma:
dipende da vari fattori quali:
-isolante scelto;
-se si tratta di casa ancora da ristrutturare esternamente, quindi grezza, o già intonacata;
-spessore dell’ isolante;
si può in ogni caso calcolare mediamente un prezzo che oscilla tra i 40 ed i 50 euro per mq.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*



nine − = 5