Installazione Condizionatori a Roma

Montiamo ed installiamo condizionatori a Roma e provincia. Questo elettrodomestico è ormai entrato nelle case di tutti gli italiani, è indispensabile per rinfrescare la stanza nelle caldi note estive, ma è utile anche come alternativa ai termosifoni per riscaldare gli ambienti in inverno. Siamo tecnici manutentori certificati ed installiamo sistemi sia mono che multi split, in qualsiasi condizione. Dai classici muro muro a quelli più complicati che prevedono montaggi di unità esterne in situazioni difficoltose.

COMPILA IL FORM QUI SOTTO PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SU UN’INSTALLAZIONE

Il tuo nome (richiesto)

Città (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

Descrivi la tua ristrutturazione

Il prezzo per installare un condizionatore è di € 200 più Iva più € 30 per le staffe (distanza massima tra split e motore di 2 metri) e vi assicuriamo che è molto competitivo. I costi si sono leggermente alzati a partire da quest’anno, per via delle nuove normative (dpr 74-2013 in vigore dal 14-10-2014) che prevedono la compilazione di un libretto tecnico come questo che dovrà essere accompagnato al condizionatore, un lavoro lungo e laborioso che alcuni tecnici fanno pagare a parte, circa € 50. Il nostro si tratta di un prezzo concorrenziale, a Roma infatti, molte aziende chiedono € 300 per montare un condizionatore spalla-spalla.

installazione_motore_condizionatore_roma

Come funziona un condizionatore

il principio del funzionamento, senza entrare nei dettagli, è simile a quello dei frigoriferi. Un gas refrigerante, R410, circola all’interno di una tubazione posta sotto vuoto. Il GAS è costretto dagli organi della macchina a seguire un ciclo chiuso, vale a dire una serie di trasformazioni che lo riportano sempre allo stato di partenza: il condizionatore può funzionare grazie alla continua ripetizione di tale ciclo, detto per l’appunto ciclo frigorifero e tramite il principio raffredda l’aria grazie allo split interno.

Per installare un condizionatore, oltre ai classici interventi in muratura, abbiamo bisogno di uno strumento fondamentale che si chiama pompa del vuoto. Serve per creare appunto il vuoto all’interno della tubazione dove andrà a circolare il gas refrigerante. È fondamentale che non ci siano perdite, altrimenti, bisogna rifare la ricarica.

Diffidate da chi vi dice che la ricarica effettuata ogni due o tre anni, se non ci sono perdite, il condizionatore può andare avanti fino a vent’anni con la stessa ricarica del gas. Se il vostro condizionatore non funziona più perché ha perso il gas dovete far ricontrollare il circuito, rifare le cartelle ed i raccordi, solo in questo caso è necessario rifare la ricarica del gas, che lo ricordiamo, non si deve perdere.

Così come diffidate da chi vi propone la sanificazione e pulizia di filtri, è una operazione semplicissima, che potete fare da soli. Controllate il manuale e seguite le istruzioni. Aprite lo sportelletto dello Split installato a muro in casa, sfilate i filtri e sciacquateli con acqua e sapone. Fateli asciugare e rimontateli, avete risparmiato 100 euro, il prezzo che richiedono molti installatori per questa semplice operazione. Guardate il video qui sotto.

 

Alcune volte non è possibile installare i motori esterni. C’è il regolamento comunale che lo vieta, ad esempio nel centro storico di Roma non è possibile installare le unità esterne, c’è poi il regolamento condominiale che non permette di alterare il decoro della facciata. Anche in questo caso le unità esterne non possono essere montate, a meno di non inserirle nel vostro balcone, nella vostra esclusiva proprietà.

L’alternativa è quella di utilizzare i condizionatori portatili, il famoso Pinguino de Longhi, che non necessita di unità esterna perché il motore inserito all’interno del monoblocco. In questo caso il calore viene espulso tramite un tubo connesso con il mondo esterno tramite un foro praticato nel vetro di una finestra.

Le marche quali scegliere

La marca leader nel settore del condizionamento e cimatizzazione è sicuramente Daikin , quella più affidabile, ma anche quella più costosa. Per un condizionatore da 9000 B spendiamo poco meno di 1000 euro,  ma la potenza del compressore assicura anche prestazioni che sono da 12.000 btu in altre marche. Buona anche Mitsubishi, a seguire abbiamo LG e Samsung, Fujitsu, Hitachi, ma anche i cinesi di HISENSE e gli italiani di Olimpia Splendid.

split_interno_condizionatore

Effettuiamo anche il servizio di ricarica condizionatori a 100 euro più Iva . Come detto la ricarica va effettuata soltanto se ci sono perdite. Prima di effettuare questa ricarica ci assicuriamo che non ci siano fessurazioni nell’impianto, se i raccordi dei tubi e le giunzioni sono usurati li sostituiamo in modo che la ricarica sia definitiva ed eterna. Non ci dovrete chiamare l’anno successivo perché di nuovo non c’è piú gas, diffidate ancora una volta da chi propone cariche del gas senza controllare che non ci siano perdite nel circuito. Potete chiamare o compilare il form qui sotto per richiedere un preventivo o un sopralluogo, nel frattempo date un’occhiata ai nostri lavori effettuati ad una casa ad Ostia-Roma.

Dimensionamento del Condizionatore

il taglio piú venduto è quello da 9000 e 12000 Btu che possono andar bene rispettivamente per ambienti da 20 e 40-50 mq. Questi valori però sono soggettivi e variano in base ad una serie di fattori. Innanzitutto la marca: il compressore di macchine come Daikin e Mitsubishi “spinge” molto di piú rispetto ad altri brand e quindi un 9000 potrebbe andar bene anche in stanze grandi.

Dipende anche dalla differenza di temperatura tra esterno ed interno, dipende dalla presenza di fonti di calore in stanza, da quante persone ci soggiornano, dalla coibentazione della casa o negozio.

I consumi

i condizionatori assorbono parecchia energia elettrica, ma le cose negli ultimi anni sono migliorate. Quelli inverter in classe A+++ consumano una volta entrati a regime circa 400-500 watt. Non è poco, è vero. Quando acquistate un condizionatore controllate due valori COP e EER (si chiamano anche SCOP e SEER). Ovvero quanta energia termica restituiscono in base ad un singolo valore di energia elettrica. Piú è alto questo valore maggiore sarà la loro efficienza. Tra due condizionatori uguali comprate quelli con piú alto valore di EER (si riferisce al raffrescamento) e COP (si riferisce al rriscaldamento).