Installazione Impianto Fotovoltaico a Roma quanto costa e quanto si Guadagna

Investire nelle energie rinnovabili installando sul tetto della propria casa un impianto fotovoltaico o solare termico non aiuta solo l’ambiente, ma anche l’economia domestica. Grazie agli incentivi messi a disposizione dal Gse, Gestore dei Servizi Energetici, terminati i quali ci sono le detrazioni fiscali, coloro che producono corrente elettrica da moduli fotovoltaici ricevono sostanziosi contributi. Cerchiamo di capirne di più sulla reale convenienza e sul ritorno dell’ investimento.
pannelli fotovoltaici roma

Il Conto Energia, giunto alla quinta edizione e regolato dal decreto Ministeriale del 5 luglio 2012, stabilisce regole e tariffe incentivanti per coloro che installano un impianto fotovoltaico. Nel 2013 è ancora valido, ma non durerà molto visto che lo stesso decreto indica come la sua validità cessi “30 giorni dopo il raggiungimento di 6,7 miliardi annui di incentivi erogati“. ,Ad inizio 2013 siamo arrivati a 6,5, a disposizione ci sono quindi solo 200 milioni, terminati i quali si dovrà attendere un “Sesto Conto Energia” che al momento non è nemmeno nelle fantasie degli specialisti. Nel 2015 sono disponibili le detrazioni fiscali del 50% sull’ acquisto di un sistema fotovoltaico per una spesa massima di 96000 euro. A partire dal 2016, salvo proroghe, le detrazioni scenderanno definitivamente al 36%.

Quanto costa un impianto fotovoltaico, quanto rende a Roma e quanto fa guadagnare:
i prezzi dei pannelli sono scesi in maniera sostanziosa, vedi qui per il monitoraggio del costo dei pannelli fotovoltaici . Un impianto da 3 kwp con moduli ad alta efficienza, ad esempio Sanyo o Sunpower, costa circa 8-9 mila euro compreso di inverter, montaggio e pratiche burocratiche per l’allaccio al CONTO ENERGIA. Con moduli cinesi tipo Trina, Suntech o Yingli ma anche con i tedeschi Bosch, Conergy oppure con gli italiani El.Ital o Solsonica ha un prezzo di 6-7 mila euro. Aumentando la potenza, in maniera proprozionale, diminuisce il costo di acquisto, fino ad arrivare a 1500 per kw.

La rendita è legata all’ insolazione, ovviamente minore al nord Italia, maggiore al Sud. A Roma potremmo aspettarci con moduli ad alta efficienza circa 4000 kw di produzione annua per un impianto da 3KWP, un pochino meno con gli altri pannelli, circa 3800 kw. Utilizzando questo tool, potete avere idea  quanto possa produrre il vostro sistema in base alla città in cui è installato.

http://re.jrc.ec.europa.eu/pvgis/apps4/pvest.php?lang=en&map=europe

Quanto rende un impianto fotovoltaico

gli impianti entrati in vigore fino a luglio 2013, il quinto conto energia remunerava l’energia prodotta con le seguenti tariffe:
Sistemi con potenza compresa tra 1 e 3 kwp installati su edifici: 182 euro per MWh prodotto (tariffa omnicomprensiva) e 100 euro per la tariffa premio sull’ energia consumata sul posto; se sono installati a terra le tariffe scendono fino a 176 euro per MWh prodotto (tariffa omnicomprensiva) e 94 euro per la tariffa premio sull’ energia consumata sul posto;

Sistemi con potenza compresa tra 3 e 20 kwp installati su edifici:171 euro per MWh prodotto (tariffa omnicomprensiva) e 89 euro per la tariffa premio sull’ energia consumata sul posto; se sono installati a terra le tariffe scendono fino a 165 euro per MWh prodotto (tariffa omnicomprensiva) e 83 euro per la tariffa premio sull’ energia consumata sul posto;

Premi sono previsti se i pannelli fotovoltaici vanno a sostituire un tetto in amianto o eternit, oppure se si integrano architettonicamente. Cosa significa integrazione architettonica: “i pannelli sono considerati tali se la rimozione del modulo compromette la funzionalità dell’involucro edilizio, rendendo la costruzione non idonea all’uso“.

Tutto questo non ha più valenza con l’esaurimento dei fondi del conto energia. Ad oggi sono rimaste le detrazioni fiscali del 50% e lo scambio sul posto. In pratica se spendiamo 10000 euro per un impianto, 5000 euro possiamo detrarle dalla dichiarazione dei redditi. Ogni anno per 10 anni possiamo portare in detrazione 500 euro. Lo scambio sul posto è molto interessante: durante il giorno, l’energia elettrica che non consumiamo la cediamo al gestore elettrico che la reimmette in rete rivendendola. Ci riconosce un credito che possiamo utilizzare la notte per acquistare da lui l’energia elettrica, proprio quando i nostri pannelli non producono perchè no c’è il sole.

Quanto si guadagna con un impianto fotovoltaico:

i calcoli non sono semplicissimi, ma con una produzione di 4000 kw annui, se riusciamo a consumare gran parte dell’ energia elettrica prodotta durante il giorno possiamo aspettarci una remunerazione compresa tra 800 e 1000 euro annui per 20 anni.

Inoltre non pagheremo la bolletta durante il giorno, la acquisteremo solo per il consumo notturno quando i pannelli al buio non producono. L’investimento si recupera quindi in 7-8 anni. Dopo i 20 anni comunque i pannelli continuano a funzionare. Con un’efficienza ridotta all’ 80%, ma ancora in grado di produrre energia elettrica per il nostro fabbisogno.

Le cose convengono anche senza conto energia. Facciamo conto che ogni kilowatt acquistato da gestori come Enel, Acea o Hera costi 20 centesimi di euro. 4000 x 0,2 fa 800 euro l’anno risparmiate in bolletta. Un sistema da 3 kilowatt pagato 6000 euro con le detrazioni ci costa in pratica 3000 euro. In 4 anni abbiamo recuperato l’investimento.

Riferimenti
Decreto quinto conto energia
Integrazione dei pannelli nei tetti

2 Comments on Installazione Impianto Fotovoltaico a Roma quanto costa e quanto si Guadagna

  1. francesco antonin // May 3, 2013 at 6:51 am // Reply

    Salve, vorrei installare un impianto fotovoltaico sul tetto del mio attico ad Ostia. L’esposizione è sud, sud-est, vorrei sapere quanta corrente posso produrre in 1 anno, il costo del sistema e quanti mq occuperebbe per 3 kw di potenza, grazie

    • L’esposizione mi sembra ottima, anche se dobbiamo verificare che non ci siano ombreggiature durante la giornata. Ci sono alberi, pali della luce o altri oggetti che oscurerebbero parzialmente i pannelli? Il prezzo per un impianto da 3 kwp si aggira sui 6-9 mila euro, dipende dal tipo di modulo scelto. Quelli ad alto rendimento tipo Sunpower o Sanyo costano di più, ma ovviamente sono più efficienti. Un sistema del genere occuperebbe 20-25 mq, anche in questo caso dipende dai moduli scelti, quelli ad alta efficienza producono di più e quindi necessitano di meno spazio.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*



− 7 = one